Regole generali PDF Stampa E-mail

Da molti anni la diabetologia ha abbandonato l'idea del diabete di tipo 1 come di una condizione di costrizione e rinuncia a un gran numero di alimenti. Il diabetico di tipo 1 deve semplicemente seguire una dieta. La parola dieta deriva dal greco antico e significa "corretto regime di vita". Seguire una dieta significa imparare ad alimentarsi in modo corretto secondo le esigenze del proprio organismo, nel caso del diabetico di tipo 1 all'interno della terapia insulinica. O in altre parole seguire una dieta è il più pratico dei modi per ricordare il concetto materialista per cui "man ist, was man ißt", "l'uomo è ciò che mangia".

carboidrati
Obiettivi della dieta nel diabete di tipo 1:
  • Ottimizzare l'apporto nutritivo
    Dare ogni giorno e in ogni pasto i vari nutrienti nel giusto rapporto.
    Distribuire in modo regolare i pasti della giornata.
    . come numero
    . come orario
    . come quantità di calorie
  • Adeguare l'apporto calorico alle necessità
    Dare a ciascun soggetto la quota di calorie a lui necessaria in rapporto a:
    . Sesso
    . Età
    . Peso
    . Tipo di lavoro
    . Esercizio fisico
    . Stato fisiologico (gravidanza, allattamento)
  • Normalizzare la glicemia.
    Per ottenere valori glicemici il più possibile nei limiti della norma evintando grosse escursioni tra i valori pre e post-prandiali
  • Prevenire le complicanze acute
    Ipergliecemia e ipoglicemia
  • Tendere alla normolipemia
    Ridurre i valori di colesterolemia e trigliceridi, migliorare l'HDL-col
  • Prevenire le complicanze croniche
    E' noto che il buon compenso metabolico allontana nel tempo l'insorgenza delle complicanze quali:
    . Microangiopatia (retinopatia, insufficienza renale)
    . Macroangiopatia (aterosclerosi dei grossi vasi)
    . Neuropatia (sensivo-motoria, autonomica)
Quale è la composizione ottimale della dieta di un diabetico di tipo 1
Carboidrati 55-60%
Proteine 10-20% (0.8 gr per Kg)
Lipidi 25-30% (saturi-monoinsaturi-poliinsaturi= 1:1:1)
Colesterolo <300 mg
Fibre 20 gr per 1000 Cal

La dieta per diabetici è in tutto uguale alla dieta per persone sane.
Il diabetico dovrà porre attenzione agli zuccheri (carboidrati) semplici. Perchè? Il numero di molecole che compongono gli zuccheri gioca un ruolo fondamentale nell'assorbimento di questi a livello intestinale.
L'organismo può assorbire solo una molecola alla volta; più la catena di molecole è lunga, più tempo è necessario per romperla e quindi per l'assorbimento.
Se lo zucchero è un mono o disaccaride il trasferimento da intestino a sangue sarà più veloce; se lo zucchero è polisaccaride il trasferimento sarà più lento e graduale.
Più rapido è l'assorbimento, più rapido è l'aumento della glicemia.


Quali capacità deve sviluppare quindi il diabetico..
  • Imparare a riconoscere gli alimenti che contengono carboidrati.
  • Conoscere la quantita' di carboidrati contenuti in ogni alimento.
  • Stimare il contenuto in carboidrati delle singole porzioni e quindi dell'intero pasto.
  • Calcolare la quantità di insulina necessaria in base al rapporto carboidrati / insulina individuale.

Il diabetico di tipo 1 dovrà quindi attenersi alle regole di buona alimentazione che dovrebbero essere seguite indistintamente da tutte le persone e in più assimilare e sapere mettere in pratica il cosiddetto counting (conteggio) dei carboidrati per potere dare al proprio organismo l'apporto il più possibile appropriato di insulina.

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento. Registrarsi per postare commenti.
 

Area riservata



JT SlideShow

Please wait while JT SlideShow is loading images...
Attività Associazione

[+]
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • fresh color
  • warm color
escort eskisehir escort eryaman escort samsun escort bursa