Home Ultime Notizie Novità editoriali: Banting
PDF Stampa E-mail

NOVITA' IN LIBRERIA

Michael Bliss, Banting: A Biography

bantingbliss

Tutti i diabetici conoscono sommariamente la storia della scoperta dell'insulina. Fino al 1922 non esisteva alcuna terapia per il diabete, soprattutto per quello di tipo 1. Nel 1921 un medico canadese senza un soldo, Fred Banting, con l’aiuto di uno studente di medicina, Charley Best, cominciò degli esperimenti (nel laboratorio del prof. Macleod a Toronto) su alcuni cani resi diabetici (togliendo loro il pancreas), ai quali veniva iniettato un estratto ottenuto dal pancreas di altri cani. Banting scoprì che in questo modo la glicemia scendeva a livelli normali. Grazie alla collaborazione di un valente biochimico, il dottor Bert Collip, si riuscì a purificare questo estratto e a somministrarlo al primo essere umano, un ragazzo di 14 anni di nome Leonard Thompson. L’estratto fu chiamato “insulina” dal nome delle isole (in latino “insulae”) di Langerhans. La prima iniezione (11 gennaio 1922) non ebbe efficacia; la seconda (23 gennaio 1922) funzionò. Nel corso del 1922 cominciò la produzione industriale dell’insulina presso la ditta Ely Lilly di Indianapolis (USA). L’insulina era ricavata da pancreas prima bovini e poi suini, mentre oggi è sintetizzata mediante processi di bioingegneria.

Questa la "superficie" della storia, sotto la quale si nasconde una fitta trama di rivalità, invidie, gelosie, odi e riavvicinamenti tra i quattro protagonisti della vicenda, due dei quali (Banting e Macleod) vinsero il Premio Nobel per la Medicina. Michael Bliss ha dedicato a questa appassionante saga due libri, il primo dei quali, The Discovery of Insulin, del 1982, è già stato recensito su questo sito. Due anni dopo, nel 1984, Bliss pubblica una corposa biografia del protagonista della storia, Frederick Banting. Una biografia che in qualche modo cerca di riequilibrare le sorti del padre dell'insulina, i cui meriti risultavano fortemente ridimensionati nel primo lavoro. Se tutto sommato l'immagine di Banting che si ricava dal primo libro è piuttosto negativa, questa impressione viene in parte corretta attraverso l'analisi di tutta la biografia del personaggio, senza limitarsi al solo periodo della scoperta dell'insulina. Ne esce il ritratto di un uomo sanguigno, dal forte sentire, certamente generoso. Un libro, come il precedente, che unisce il rigore documentaristico dello storico alla prosa avvincente di un narratore. Che però resta sempre saldamente ancorato ai fatti, per esempio quando parla della morte di Banting in un incidente aereo, facendo piazza pulita di tutte le ipotesi che attribuivano l'incidente ad un sabotaggio dell'aereo (in quel periodo Banting stava infatti lavorando a progetti riservati legati all'attività bellica). Assolutamente da leggere.

Michael Bliss, The discovery of insulin, University of Toronto Press, 1984.

Commenti

Mostra/Nascondi modulo commento. Registrarsi per postare commenti.
 

JT SlideShow

Please wait while JT SlideShow is loading images...
Attività Associazione

[+]
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • fresh color
  • warm color